Appuntamento ottimale

Durante l’appuntamento col medico non andrebbero affrontati solo i dati osservati e i medicamenti. Sfrutti l’appuntamento col medico anche per tenere informati il suo medico, l’infermiera SM e altri consulenti sanitari su come si sente: questo è importante al fine di garantire lo svolgimento ottimale del suo trattamento. Inoltre, l’appuntamento col medico rappresenta per lei un forum nel quale può porre domande, discutere eventi, determinare i successi del trattamento o esprimere dubbi.

Deve però anche comprendere che, spesso a causa del gran numero di pazienti, il suo medico non può avere a disposizione un tempo illimitato per lei. Di seguito indichiamo quindi alcuni utili suggerimenti che le permetteranno di sfruttare al meglio il colloquio col suo medico:

Pianificare in anticipo

Sfrutti le settimane tra gli appuntamenti e si annoti ogni domanda e tutte le osservazioni che fa in relazione al suo trattamento. Così al suo prossimo appuntamento ricorderà tutto ciò che desidera chiedere e discutere, e potrà dare al suo medico un’approfondita panoramica di come si sente.

Pianifichi anche l’appuntamento da sé: si presenti con leggero anticipo così da avere ancora un paio di minuti di tempo per raccogliere le idee in sala d’aspetto e magari prendere alcuni appunti per il colloquio.

Portare un amico

Porti con sé un amico, un’amica o un parente stretto all’appuntamento! Quattro orecchie ascoltano meglio di due. Il suo partner o un amico/un’amica possono offrirle un sostegno morale e aiutarla a ridurre l’eventuale nervosismo. Inoltre, il suo accompagnatore può prendere appunti per lei permettendole così di concentrarsi completamente sul colloquio con il medico o l’infermiera SM. Dopo l’incontro, il suo accompagnatore può anche fungere da “memoria di informazioni”: potete ripercorrere insieme gli appunti e parlare di ciò che è stato discusso durante l’appuntamento.

Prendere appunti

Porti con sé un blocco e una penna per annotare le risposte alle sue domande. In questo modo potrà prendere nota di punti nuovi o interessanti.

Porre domande

Abbia fiducia in sé e ponga domande e richieste di spiegazioni, nel caso in cui non abbia compreso qualcosa. Grazie alle sue domande capirà di più sulla malattia e sul trattamento ma potrà anche consolidare la fiducia e, risposta dopo risposta, incrementare la sensazione di controllo sul suo trattamento. Ulteriori consigli e suggerimenti sul rapporto con il suo medico sono disponibili anche qui

Chiedere più tempo

Si prenda tempo. Se alla fine dell’appuntamento ha ancora domande o dubbi, chieda più tempo oppure fissi un altro appuntamento. Eventualmente, può risultare anche utile coinvolgere un collega del suo medico curante, ad esempio il ginecologo, per chiarire domande sulla contraccezione, oppure uno psicologo per affrontare meglio le paure. Anche un consulente di alimentazione che la aiuta ad ottimizzare la sua alimentazione può aiutarla ad esempio a sentirsi meglio. È importante terminare l’appuntamento col medico con piena soddisfazione e fiducia sentendo di aver ottenuto una buona consulenza.

Mantenere la calma

Se prima di un appuntamento col medico si sente nervoso, cerchi un modo per ritrovare un po’ di calma. Forse la possono aiutare degli esercizi di respirazione, ma anche recitare in anticipo il colloquio col medico con l’aiuto di un amico o parente: lei sarà il paziente e il suo amico interpreta il medico curante.

Cerchi di restare positivo e di concentrarsi sulle domande che la preoccupano. Ricordi che il suo medico è lì per rispondere a tutte le sue domande e fornirle consulenza sui problemi e che desidera sempre il meglio per lei.
Non deve provare imbarazzo a parlare di temi come la contraccezione o la sua condizione psicologica e a chiedere di essere assegnato a un collega esperto del campo.